Melchioni Ready Melchioni Ready
Melchioni Ready Melchioni Ready https://www.melchioni-ready.com/static/version1664361221/frontend/Melchioni/default/it_IT/images/logo.png
Via Pietro Colletta, 37 20135 Milano Milano Italy
+39 02 4948 6000 clienti@melchioni-ready.com customer service

Speciale Videoproiettori

Videoproiettori per Home Cinema, Intrattenimento e installazioni professionali, Accessori Tecnologia: LCD e DLP; Fonte luminosa: LED, Lampada e Laser

Schermi, staffe e accessori per videoproiezione

Schermi tripod, manuali e motorizzati con tela bianca o grigia ad alto contrasto, Accessori Staffe a soffitto regolabili o motorizzate

In passato il videoproiettore era un dispositivo prevalentemente di uso professionale, con costi elevati e resa qualitativa limitata, in particolare nella riproduzione di video. Richiedeva spazi ampi per poter realizzare immagini di grandezza adeguata.

Oggi è un moderno riproduttore audio video con funzioni avanzate, costi ridotti e alla portata di una utenza trasversale, sia per uso professionale che privato. Può essere usato al posto di un TV per godere di una visione da cinema nel proprio salotto, grazie a schermi di 100/200 pollici con una distanza di proiezione che può variare dai 40 cm ai 3/4 mt. L’uso smart dei dispositivi moderni permette la portabilità dei videoproiettori e le connessioni avanzate come HDMI, Wireless, Bluetooth, molto utili sia in ambito professionale che di intrattenimento pubblico o educazionale.

Grazie all’evoluzione tecnologica, i moderni videoproiettori hanno raggiunto una versatilità di utilizzo estrema, sia per installazioni di piccole dimensioni, come un Home Cinema o sale riunioni, sia per installazioni di grande portata, come musei, sale conferenze, teatri.
L'accresciuta risoluzione di immagine, luminosità, contrasto, insieme alla grande disponibilità di connessione sia wired che wireless, permettono di collegarli a qualunque dispositivo audio video di ultima generazione, restituendo una riproduzione ottimale del contenuto proiettato.

A seconda dell’impiego è possibile scegliere videoproiettori con diverse caratteristiche: da risoluzioni d’immagine tipiche di utilizzi business SVGA, XGA, WXGA, a risoluzioni HD e Ultra HD 4K, l’ideale per la riproduzione di contenuti in ambito business di medio-alto profilo e domestico, come potrebbero essere le trasmissioni televisive in HD/UHD, Blu-ray, internet TV box, videogiochi o decoder.

Molti sono gli abiti di utilizzo della videoproiezione, sia privati che business, educational, scientifici, tra questi possiamo citare:

  • Home Cinema
  • Intrattenimento domestico TV / SAT / Blu RAY / Smart TV
  • Intrattenimento mobile o outdoor
  • Business per presentazioni, sale riunioni, sale conferenze
  • Eventi sia da interno che da esterno
  • Gaming da consolle o PC
  • Riproduzione di slide e presentazioni

Concorrono alla grande versatilità e la risultante visiva di installazioni proiettive i moderni schermi da videoproiezione, che offrono una vasta gamma di applicazioni grazie alla loro conformazione strutturale e delle tele utilizzabili. Sono disponibili schermi a discesa manuale o motorizzata con dimensioni che partono da una base di 1,60 mt fino a oltre 10 mt. I teli utilizzabili si caratterizzano per capacità di riflessione della luce con guadagni di 1.2 su tele bianche ad alta luminosità, per ambiti business e intrattenimento, o guadagni di 0.8 su tele grigie dove il contrasto, i colori e il nero profondo li rendono ottimali per installazioni Home Cinema. Sono disponibili anche tele microforate adatte per installazioni in retroproiezione e che non creano filtri sonori.

Le principali e più diffuse tecnologie di funzionamento dei videoproiettori ad oggi sono: LCD (Liquid Crystal Display) e DLP (Digital Light Processing). I primi si basano su un prisma a forma cubica composto da tre facce su cui sono montati dei pannelli LCD. Ogni faccia è dotata di un pannello, uno di colore verde, uno blu e uno rosso. Il prisma serve a ricomporre in un unico raggio i fasci di luce provenienti dai singoli pannelli RGB.
I secondi invece, con tecnologia DLP, contengono un chip ottico che si chiama DMD formato da micro-specchi. Questi oscillando, riflettono il fascio di luce emesso dalla lampada del proiettore, che si va a sommare a un ulteriore fascio di luce emesso dal chip DMD. Infine, una ruota cromatica che si trova tra DMD e obiettivo, che gira ad alta velocità, colora opportunamente l’immagine in modo che sia correttamente visibile.
La tecnologia LCD solitamente è preferibile in termini di intensità della luce e saturazione dei colori, mentre DLP è più valida per il contrasto del colore e per la differenza di luminosità tra bianco e nero.

Alla più tradizionale fonte luminosa a lampada recentemente si sono affiancate due tecnologie quali l’illuminazione tramite LED e tramite laser. Rispetto la vita media di una lampada di circa 3.000/5.000 ore, LED e laser permettono un utilizzo sino a 50.000 ore.

Non necessariamente un videoproiettore più luminoso è meglio di uno meno luminoso: la scelta dipende dall’ambito d’uso.
Ad esempio, per una sala riunioni dove tipicamente le luci sono accese e vengono proiettate informazioni miste (testi, immagini, grafici, ...), prediligeremo un videoproiettore luminoso (3.500 - 5.000 Lumen) in abbinamento con schermi con guadagli elevati 1.2.
Nel caso di un’istallazione Home cinema, Home entertainment o gaming, dove l’ambiente è prevalentemente buio o quasi durante la proiezione, prediligeremo videoproiettori meno luminosi (2.000 - 3000 Lumen) in abbinamento a schermi grigi ad alto contrasto con guadagno 0.8, per ottimizzare al massimo la resa dei colori, del contrasto e dei neri profondi.
Se invece si desidera vedere, anche a luci accese, proiezioni in ambito d'intrattenimento domestico (es. smart TV, sport, ...) videoproiettori HD o UHD da 3.000 - 4.000 Lumen rappresentano una valida scelta in abbinamento ad entrambe le tipologie di schermo (0.8 e 1.2) che, nelle combinazioni scelte esalteranno alcune caratteristiche rispetto ad altre.

È un parametro che indica la capacità del videoproiettore di riprodurre la resa delle zone scure e delle zone chiare.
Si esprime comunemente come rapporto numerico: es. 1000:1.
Più alto è il rapporto di contrasto del videoproiettore più si avrà profondità dei neri, dettaglio sulle tonalità di grigio e sulle sfumature cromatiche in generale. Più è alto, migliore sarà la resa cromatica e la percezione della profondità di immagine.

Nello scegliere l’abbinamento tra videoproiettore e schermo, può essere utile tenere presente il formato nativo del videoproiettore.
Per le risoluzioni SVGA e XGA il formato nativo è solitamente 4:3, per i WXGA e WUXGA è 16:10 e per risoluzioni HD e UHD è 16:9.
Solitamente i videoproiettori hanno la compatibilità sugli altri formati tramite funzione da menu. Scegliere però uno schermo che abbia lo stesso formato nativo del proiettore, permette di riempiere completamente la superfice di proiezione dello schermo aumentando l’effetto impressivo ed emozionale dell’immagine.

Una selezione dei nostri prodotti:

VDP-4600HDW

VDP-7000HDW

MKV-4600HD

MKV-6500HD

S336

W371

Tripod Junior

Tripod Superior

Schermo Elettrico

Supporto Soffitto

Set Radiocomando

Dongle WiFi 4K